Rendere il Ghiaccio resistente al SAHARA!

ghiaccio resistente al sahara

Ieri sulla mia pagina Facebook, ho pubblicato un video che si trova su YouTube, uno di quelli che fa riflettere molte persone.

Uno di quei video che, come in alcuni momenti della nostra esistenza, ci fanno fermare un attimo.

Queste circostanze possono essere legate a qualcosa di personale che ci accade, o a qualcosa che succede alle persone a cui vogliamo bene.

Se te lo sei perso il video lo trovi a questo link:

 

Lo spot natalizio che ha commosso e fatto riflettere in molti

Ora ti chiedo, deve arrivare un video come il precedente o una disgrazia per permetterci di riflettere o meglio ricordarci quali sono le cose che contano?

 

Dal 1999 ad oggi mi occupo personalmente di Salute psico – fisica, in ABC dal 2007.

Non sono qui per raccontare questo (se hai voglia di leggere la mia storia puoi farlo al link: La Mia Storia!)

Il Natale è alle porte, e ho pensato dopo aver visto il video di cui sopra, a ciò che di ricorrente ti accade nella quotidianità perché è ciò che riscontro con molta frequenza ogni giorno.

Perché ne parlo?

Perché sono cose ricorrenti, quasi all’ordine del secondo e ognuno di noi fa di tutto per rendere il ghiaccio resistente al SAHARA.

Eh?

Seguimi ancora per qualche riga.

Adesso ti do la RICETTA PERFETTA per enfatizzare la capacità di molti affinché il ghiaccio sia resistente anche al Sahara.

Signore e Signori a voi i 3 COMANDAMENTI per ESSERE INFELICI, e rendere il ghiaccio resistente al Sahara,a più non posso:

  1. Trova in ogni istante della tua esistenza qualcosa di sgradevole e che non va in tutte le situazioni che vivi. Dimentica tutto ciò che hai fatto bene e concentrati solo ed esclusivamente su ciò che hai sbagliato. Mi raccomando, evita ogni singolo episodio in cui è andata bene. Ricorda a te stesso/a quali sono gli insuccessi, gli errori e i fallimenti in ogni settore e ambito della tua vita cancellando ogni esperienza positiva. E qualunque sia la fase della Vita che stai vivendo, nota tutto ciò che ti manca, che vorresti e che non hai anziché essere grato/a per le meravigliose cose che hai;
  2.  Allenati a rimanere sempre invischiato/a nelle emozioni più negative che conosci. Arrabbiati di più, sii più triste che puoi, enfatizza la noia e sentiti più frustrato/a possibile. Utilizza pensieri catastrofici rendendoli cosi potenti da non avere altra alternativa di pensiero che essere più pessimista di Mortisia. Ricorda a te stesso/a quanto sei sfortunato/a e triste e soprattutto sventurato/a rispetto al resto dell’universo. E se per caso le cose iniziano ad andare per il verso giusto, per carità sarà solo un eccezione e ricordati bene, che non è il caso di godersi la vita in quanto da un momento all’altro le cose possono peggiorare. Ricordatelo ogni giorno, ogni momento;
  3.  Porta la tua massima attenzione su ciò che ti rende infelice in questo istante della tua esistenza e concentrati a su di esso a più non posso. Evita accuratamente di capire cosa desideri al posto di ciò che hai, e soprattutto non pensare a cosa potrebbe renderti felice e quali sono i tuoi sogni. Rimani focalizzato/a su cosa ti complica la vita e lamentati il più possibile, senza azzardarti a cambiare atteggiamento né a modificare qualcosa: RISCHIERESTI DI RISOLVERE IL PROBLEMA.

Perché ti parlo di tutto questo? Perché puoi scegliere di continuare a fare ciò che hai sempre fatto, a utilizzare le stesse parole che utilizzi tutti i giorni, lo stesso atteggiamento nei confronti delle cose e lo stesso comportamento, dove nel comportamento si intende anche il fatto di lasciarti all’ultimo posto della scala gerarchica senza dedicarti a te stesso/a.

Utilizzi le stesse parole, le stesse frasi con lo stesso “carico emotivo”. Ti siedi nello stesso modo ogni giorno, e accavalli la stessa gamba oltre al fatto che mastichi dallo stesso lato. Presto o tardi se continui ad “allenare” il tuo corpo “rinforzandolo” a muoversi asimmetricamente, quanto tempo pensi ci vorrà affinché questo ti chieda di fermarsi? Vogliamo aggiungere a tutto questo lo stress a cui siamo sottoposti?

METODO ABC prevede un approccio cosi trasversale alla Salute che è in grado attraverso il MOVIMENTO e/o opportune sessioni individuali e con un piano di azione, a permetterti di conoscere come funziona il tuo organismo sia per quanto riguarda la mente, sia per quanto riguarda il tuo corpo (non ci sostituiamo a pratiche mediche), ti verranno trasferiti principi (che una volta acquisiti saranno tuoi e ti renderanno indipendente), durante il tuo percorso sarai costantemente seguito da personale e soprattutto da personale che fa questo per mestiere e che non ti considera come un hobby del fine settimana, sarai accolto/a in un ambiente pulito e profumato (in quanti centri che hai frequentato e ti sentivi, a patto che lo volessi, libero/a di camminare a piedi nudi?), nessuno è in grado di poterti garantire un risultato se non sai da dove parti e per questo è previsto un sistema di screening e di selezione. Non è detto che noi facciamo al caso tuo e proprio per questo non vogliamo farti sprecare soldi, tempo e Salute.

Lo sanno tutti che, per prescrivere un farmaco ci vuole un medico.

E’ cosi che succede in ABC.

Per prescrivere il FARMA – MOVIMENTO siamo nella possibilità di offrirti ciò che è il frutto di 20 anni di esperienza in ambito psico – fisico. Prova a pensare, se tu fossi l’Andrè Agassi della situazione e oggi ti rompi il braccio, se domani dovessi giocare la finale mondiale del campionato di Tennis più importante della tua vita.

Questo come influirebbe sul tuo “umore” o meglio dire sulla tua “mente”?

 

E viceversa, come giocheresti la tua finale mondiale se entrassi in campo dopo che ti hanno rubato tutto ciò che hai?

 

Mente e corpo sono inscindibili e oggi li fuori nella tua quotidianità sai bene come, basta davvero poco per, non permetterti di essere efficace quando conta, ne tantomeno felice nei momenti in cui vorresti staccare la spina.

Dopo 20 anni in questo settore, e dopo la nostra esperienza in ambito internazionale, e oltre 1000 Persone l’anno incontrate per la nostra Professione, sappiamo bene che la prima cosa che stai per dire è: “io sono fatto cosi…. è il mio carattere”.

Chiaro!

E quindi vorresti dirmi che chi di mestiere fa l’Attore non ha un carattere, visto che è in grado di interpretare ruoli quanto più variegati ogni qualvolta è necessario?

 

Non voglio dilungarmi ulteriormente, non è questa la sede per farlo. Posso dirti che ci sono veramente numerose persone in grado di poter testimoniare a riguardo.

 

Leggi le testimonianze, cliccando qui.

 

Ora ti chiedo, quanto tempo e soldi sprecati, quanto stress accumulato e quanti risultati non hai ancora raggiunto fino ad oggi?

Talvolta non cambiare e rimanere a fare ciò che hai fatto finora è frutto di pigrizia.

A volte continuiamo a sperperare tempo, soldi e Salute perchè per pigrizia o per “amicizia” non cambiamo.

La Vita di chi è?

Quanti infortuni fisici avresti potuto evitare? Quanto il tuo stress, conoscendone i principi che lo regolano avresti potuto vivere in meno?

Quanta frustrazione in meno, considerando che probabilmente i tuoi risultati continuano a non arrivare e ti hanno o sei convinto che il problema sei tu, quando invece è normale non saper cucinare come Cracco se lo Chef è Cesarino?

Puoi comunque non fare nulla e rimanere con il tuo desiderio, continuare a sopravvivere e a trascinarti ogni giorno, tutti i giorni da una settimana alla successiva. Puoi continuare a lamentarti e a essere come il ghiaccio, resistente al Sahara e dire a tutti, vantandoti che il tuo è un caso disperato.

Vuoi continuare a rendere il GHIACCIO RESISTENTE AL SAHARA? O riprendere in mano la tua Vita cosi come ti meriti?

Contattaci immediatamente per una consulenza scientifica.

Scrivi a info@abcpalestra.it adesso.

 

 

Dott. Andrea Bertino

Blog

Linkedin