E’ più forte di me! I restroscena scientifici di Usain Bolt usati da Dott. House in meno di 66 giorni.

è più forte di me

E’ + forte di me!

Ci sono circostanze in cui lo abbiamo detto ai nostri compagnetti da bambini, altre in cui lo dicevamo a noi stessi riferendoci a qualcuno/a.

O ancora capita oggigiorno da adulti, quando da una parte vorremmo fare qualcosa in una direzione, dall’altra invece falliamo sistematicamente.

Succede anche nel reagire in modo tutt’altro che costruttivo di fronte a determinate situazioni e/o persone oppure quando ci capita di rimandare nel fare determinate cose o ancora in quelle giornate o momenti più o meno lunghi in cui come un ghiro, andiamo in letargo di fronte al pc o alla tv in attesa della musa ispiratrice o del muso ispiratore (si dice cosi?), rimanendo inermi e/o ipnotizzati.

Altre volte l’argomento è il cibo. Quegli alimenti che sei consapevole che magari sarebbe meglio evitare. Per non parlare di quando questa esclamazione esce dalla bocca delle persone a cui vogliamo più bene in circostanze poco piacevoli, e mi riferisco a: figli, nipoti, amici e/o compagni di Vita.

Vorremmo fare qualcosa per aiutar… ci… li, e tutto ciò diventa un po’ come il cha cha cha.

Due passi avanti e uno indietro.

Una grande energia impiegata per fare andare le cose per come vorremmo, ma quando molliamo la presa con la razionalità, tutto torna come prima o giù di li, sembra che in alcune giornate ci sentiamo una freccia, in altre un gambero.

Ancora oggi siamo spesso inconsapevolmente vittime del famoso detto popolare “si è sempre fatto cosi”…. “è sempre stato cosi.”

Se non ci sono riuscite le persone che conosco, è normale che “è più forte di me”… anche per me medesimo/a.

E poi non ho voglia di far parte, aderendo a quei pseudo gruppi di “positivi a ogni costo”, metti caso che questa cosa funzioni.

E non solo, se poi cambio davvero, piacerò ancora al mio partner o alla mia compagna, o questo mi costerà perdere le amicizie di sempre…. o ancora io sono fatto cosi.

Sono veramente svariate le possibilità che posso elencarti e che mi sono sentito dire da venti anni a questa parte.

Tutte lecite e fondate su fatti reali. 

Certo, certe cose possiamo continuare a ignorarle e fare finta che non esistano, oppure dire che quel qualcosa che ci permetterebbe di essere più padroni di noi stessi non è più per noi o forse non lo è mai stato.

 

Quello che non ti dicono è che ci sono 3 step per trasformare il “è più forte di me” in…

“sono forte con me”!

 

Avere a disposizione determinate conoscenze ti mette nella possibilità, in qualunque campo della tua vita di essere indipendente e responsabile.

E’ altrettanto vero che questo, in determinate occasioni ti mette di fronte allo specchio, anche quando preferiamo attribuire alle circostanze il modo in cui vanno le cose.

 

ATTENZIONE…

 

Non voglio assolutamente dire che tutto dipende da noi. Ci vorrebbe un confronto a quattr’occhi per poter sviscerare l’argomento in maniera proficua.

Ma prima di dire viva l’indeeerneeettt…… o di cercare su GUGGOL l’argomento…. entriamoci nel vivo…

 

Secondo Charles Duhigg, le abitudini consistono in un semplice circuito composto da tre componenti:

 

1 – segnale;

2 – routine;

3 – ricompensa.

Un segnale, uno stimolo iniziale “conosciuto” comunica al cervello di entrare in modalità AUTOMATICA indicando quale pensiero, comportamento, modo di fare, reazione, abitudine utilizzare, quindi si forma la ROUTINE che può essere:

  • FISICA;
  • MENTALE;
  • EMOTIVA.

Infine si manifesta la ricompensa, il PREMIO che aiuta il cervello a capire se il “CIRCUITO” è utile e quindi da RICORDARE in futuro.

Con il trascorrere del TEMPO, il ciclo diviene sempre più AUTOMATICO, lo stimolo e il premio s’intrecciano creando un potente senso di anticipazione. Nasce cosi un’abitudine.

“Il carattere è un’insieme di abitudini?”

Tralasciando questa domanda di cui ne sono l’autore, scopo di queste informazioni è migliorare o prendere coscienza del dietro le quinte della nostra stessa essenza.

Quanto tempo ci vuole prima che i nuovi comportamenti diventino automatici?

I pareri al riguardo sono abbastanza discordanti. Gli studi condotti indicano un lasso di tempo compreso tra 21 e 66 giorni. Al di là di questa ampia finestra temporale, sono due i fattori critici da considerare: il tipo di abitudine che si vuole instaurare e il fatto che saltare un giorno non incide sulla possibilità di creare un’abitudine.

Ovviamente bere un bicchier d’acqua al giorno è un’abitudine che si trasforma in un gesto automatico molto più rapidamente, e con minore impegno, rispetto all’esecuzione di 50 piegamenti prima di colazione.

E’ bene dunque spendere qualche parola sul fattore demoralizzazione che può facilmente causare l’abbandono di un programma scientifico dedicato al Farma – Movimento.

Saltare una pratica yogica o una ride di Spinning (r) può generare frustrazione. La mancata adesione, anche saltuaria, al programma stabilito, la trasgressione alla regola che ci si è imposti può indurre a pensare di avere scarsa volontà, di non avere il controllo di se stessi, di essere deboli.

Queste distorsioni cognitive, delle quali il più delle volte non si è consapevoli, fanno cadere nel CICLO DELLA SCONFITTA e rendono difficile il CAMBIAMENTO.

E’ molto importante imparare a riconoscerle per costruire PENSIERI ALTERNATIVI più funzionali al nostro Benessere psicofisico e alla Salute di corpo e mente.

Ma questa è la teoria e se tutto fosse lineare cosi come descritto, ad oggi nessuno avrebbe problemi nel cambio di quelle abitudini che sono nocive e di cui ne siamo pienamente coscienti. Come per esempio abbuffate o iniziare qualcosa e poi trovare mille scuse per fermarsi.

Fra l’altro sarebbe davvero un sogno se poter cambiare abitudini diventasse automatico.

Spesso mi capita di sentirmi dire… ok Andrea… ma tu come sai queste cose?

Sono uno studente praticante nella scuola della vita e prima di trasferire questi contenuti di valore a chi chiede il mio supporto a furia di milioni di errori, le ho sperimentate sul “paziente” più difficile, me stesso.

Oltre ad averle studiate e applicate su 1000 persone l’anno negli ultimi 20 anni.

Ti invito a tal proposito, di leggere la mia storia che trovi a questo indirizzo https://bit.ly/2sKg8OF, sul mio blog personale.

PS. Se hai domande, dubbi o necessiti di aiuto di qualunque tipo per il tuo percorso nel ritrovare, implementare e far fiorire la tua Salute di corpo e mente, siamo qui per offrirti la miglior esperienza possibile. In caso di necessità scrivi a info@abcpalestra.it e un Tutor ti aiuterà con tutte le informazioni che servono a rendere la tua esperienza con Metodo ABC straordinaria.

Dott. Andrea Bertino /

Linkedin

Blog